fbpx

Guida Procedure Agenzia Delle Entrate

Aggiornate al 07/04/2022

1. Come Accedere Al Servizio

Per accedere al servizio bisogna collegarsi al sito dell’Agenzia Delle Entrate al seguente link https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/ 

Premere il tasto blu “AREA RISERVATA” posto sulla destra 

Si aprirà un altra pagina e sarà sufficiente premere il tasto “Accedi alla nuova area riservata”

Inserire le Vostre credenziali tramite:
– SPID
– CREDENZIALI
– CIE (Carta d’identità elettronica italiana)

in alto a destra è possibile cambiare l’utenza di lavoro (se necessario) premendo la voce ”CAMBIA UTENZA DI LAVORO”

Selezionare “incarico” e la Partita Iva per chi operare e premere ok.

Selezionare dal menù posto alla fine della pagina la sezione FATTURE ELETTRONICHE / FATTURE E CORRISPETTIVI. 
Da questa sezione l’esercente potrà accreditarsi, scaricare il QR Code, consultare gli invii ed effettuare tutte le operazioni necessarie.

2. Accreditamento

L’accreditamento ai corrispettivi è necessario poiché in assenza vengono limitate alcune funzioni come ad esempio: cambi di stato, QR Code. 
Dalla home page della sezione “FATTURE E CORRISPETTIVI” (vedi punto 1 : come accedere al servizio) selezionare nell’area Corrispettivi : “VAI A CORRISPETTIVI” 

premere il tasto “Accreditati”

A questo punto selezionare dall’elenco correlato la voce “Gestore ed Esercente”

Compilare i dati richiesti (Regione, Provincia, Email, Telefono)
Ricordandosi di selezionare nella tipologia la voce “Esercente” e premere tasto invia

3. QR Code

Dalla home page della sezione “FATTURE E CORRISPETTIVI” (vedi punto 1: come accedere al servizio) selezionare nell’area Corrispettivi : “VAI A CORRISPETTIVI”

Se è stato eseguito l’accreditamento (vedi punto 2: ACCREDITAMENTO) comparirà una sezione con scritto “Gestore ed Esercente) . Bisogna premere sulla scritta “Accedi ai servizi”

Nell’elenco correlato posto a sinistra, cliccare la voce “Ricerca dispositivo”

Sulla destra comparirà una schermata con un altro pulsante da premere con la voce ”ricerca dispositivo” ( bisogna premere sul pulsante senza compilare i campi in alto)

selezionare dall’elenco sottostante la matricola del dispositivo in servizio e premere il tasto QR-Code. 

Se non si riesce a scaricare controllare nella barra di ricerca (in alto a destra) che non ci siano i popup bloccati. Selezionare l’immagine, flaggare “Consenti sempre popup…. ” e premere fine.  A questo punto procedere di nuovo a selezionare dall’elenco sottostante la matricola del dispositivo in servizio e premere il tasto QR-Code. 

Una volta scaricato il QR Code, l’esercente deve
– provvedere alla stampa seguendo le misure indicate dall’AED e riportate di sotto
applicarlo sul registratore di cassa in un posto ben visibile ai clienti e agli organi accertatori.

4. Consultazione dei File Trasmessi

Per consultare gli esiti degli invii bisogna: 
Dalla home page della sezione “FATTURE E CORRISPETTIVI” (vedi punto 1: come accedere al servizio) selezionare nell’area CONSULTAZIONE la voce Fatture elettroniche e altri dati iva

Nella home consultazione premere nella sezione Corrispettivi la voce “invii / aggregati giornalieri”

selezionare nell’elenco correlato di sinistra il periodo desiderato e premere il tasto cerca

Premere sul pulsante blu dove viene indicato il numero di invii effettuati

comparirà l’elenco degli invii effettuati.

per consultare i dati inviati è necessario premere sul tasto posto di fianco ad ogni invio

5. Segnalazione Anomalia Invii

Qualora l’esercente, dopo aver consultato gli invii giornalieri, trovasse un’incongruenza con i dati trasmessi, come ad esempio un’aliquota iva errata oppure un invio parziale, può accedere a tale procedura per segnalare l’anomalia riscontrata e non incorrere in sanzioni.

Dalla home page della sezione “FATTURE E CORRISPETTIVI” (vedi punto 1: come accedere al servizio) selezionare nell’area Consultazione : “MONITORAGGIO DELLE RICEVUTE DEI FILE TRASMESSI”

Accedere a “Ricevute file corrispettivi telematici”

Tramite i parametri di ricerca (data o identificativo della trasmissione) risalire alla trasmissione errata. Selezionare il tasto blu (lente), che corrisponde al dettaglio

Flaggare la casella “trasmissione anomala” e compilare la motivazione

Dopo aver effettuato l’operazione:
 – contattare il laboratorio abilitato per modificare le impostazioni se necessario.
– contattare il Vostro commercialista per informarlo dell’accaduto.
– Liquidare correttamente l’imposta o qualora fosse già stata liquidata effettuare un ravvedimento (consigliamo di contattare il commercialista).

6. Cambio di Stato del Dispositivo

Dalla home page della sezione “FATTURE E CORRISPETTIVI” (vedi punto 1: come accedere al servizio) selezionare nell’area Corrispettivi : “VAI A CORRISPETTIVI”

Se è stato eseguito l’accreditamento (vedi punto 2: ACCREDITAMENTO) comparirà una sezione con scritto “Gestore ed Esercente) . Bisogna premere sulla scritta “Accedi ai servizi”

Nell’elenco correlato posto a sinistra , cliccare la voce “Ricerca dispositivo”
Sulla destra comparirà una schermata con un altro pulsante da premere con la voce “ricerca dispositivo” (bisogna premere sul pulsante senza compilare i campi in alto)

premere sulla matricola desiderata e premere il tasto cambia stato

Comparirà la schermata del cambio stato

la prima cosa da fare è selezionare l’evento che vogliamo creare tra quelli proposti:

Fuori servizio: Da utilizzare per indisponibilità temporanea del dispositivo.
Tale evento dovrà essere segnalato in relazione a situazioni che NON comportano la perdita di possesso del dispositivo, ma ne comporta l’indisponibilità per un periodo limitato di tempo. In questa situazione rientrano casistiche come, ad esempio, i malfunzionamenti, le manomissioni, le manutenzioni, gli eventi eccezionali o il rientro del dispositivo in magazzino. Il dispositivo tornerà in servizio alla prima trasmissione senza necessità di modifiche manuali.

Disattivazione: Da utilizzare per perdita di possesso di un dispositivo.
Tale evento dovrà essere segnalato in relazione a situazioni che comportano la perdita di possesso di un dispositivo, come il furto e la cessione (a qualsiasi titolo). Il dispositivo per essere nuovamente operativo deve essere sottoposto all’operazione di attivazione da parte di un laboratorio abilitato

Dismissione: Da utilizzare per rimozione definitiva di un dispositivo dal commercio.
Questo evento è da utilizzarsi solamente per situazioni di definitiva rimozione di un dispositivo dal commercio.  Una volta dismesso il dispositivo sarà inutilizzabile.

Indicare la data e l’ora (per il fuori servizio deve essere sempre precedente alla chiusura fiscale effettuata) ed infine indicare il codice e la motivazione del cambio di stato, spiegando brevemente il motivo  del cambio  ed infine premere il tasto Invia.

Per le  Motivazioni del Fuori servizio si possono utilizzare le seguenti motivazioni : malfunzionamento, magazzino, altro, mentre  per la Disattivazione si può inserire cessione, furto, altro ed infine per la Dismissione smaltimento, memoria esaurita o altro.

E’ presente un codice di cambio di stato generico “Altro” nel quale è obbligatorio inserire la motivazione.

7. Procedura di Emergenza per Dispositivi Fuori Servizio

Per poter usufruire della procedura di emergenza è necessario aver modificato lo stato del dispositivo da in servizio a fuori servizio (vedi punto 6: Cambio di Stato del dispositivo)
Prima di iniziare la procedura assicurarsi di avere a disposizione:
– Chiusura fiscale da inserire
Codice Ateco principale della società

Dalla schermata del cambio di stato:

Nell’elenco correlato posto a sinistra, cliccare la voce “Dispositivo fuori servizio (Acquisizione Manuale)”

Comparirà la seguente schermata

inserire : 
Identificativo del dispositivo: è il codice alfanumerico che identifica il registratore di cassa  
Matricola del dispositivo: lasciare questo campo vuoto
Data e ora di rilevazione: inserire la data e l’ora presente sulla chiusura fiscale
Ammontare vendite : importo lordo
Importo parziale : imponibile
Aliquota Iva : inserire la percentuale dell’iva
Imposta iva : inserire l’importo dell’imposta
Ventilazione iva : compilare solo se l’esercente è in questo regime
Ammontare resi/annulli : compilare sono se ci sono stati annulli / resi . inserire questi campi al lordo
Codice attività : codice ateco 

Dati pagamento in questa sezione suddividere gli incassi nelle modalità corrette e premere tasto invia 

8. Sanzioni

L’ Agenzia delle Entrate ha predisposto delle Sanzioni per gli esercenti che violano delle regole in materia di registratori telematici. 

VIOLAZIONE

Mancata memorizzazione o trasmissione dei dati o non tempestiva memorizzazione o trasmissione dei dati

SANZIONE

 Per ciascuna operazione la sanzione è pari al 90% dell’imposta corrispondente all’importo non memorizzato o trasmesso; in ogni caso mai inferiore a € 500,00

VIOLAZIONE

Omessa Verificazione Periodica

SANZIONE

Sanzione prevista da € 250,00 a € 2.000

VIOLAZIONE

Omessa Installazione dei Registratori Telematici

SANZIONE

Sanzione prevista da € 1.000 a € 4.000

VIOLAZIONE

Mancata o non tempestiva richiesta di intervento per la manutenzione del dispositivo RT

SANZIONE

Sanzione prevista da € 250,00 a € 2.000

VIOLAZIONE

Omesso QR Code sulla cassa

SANZIONE

Sanzione prevista da € 500,00 €

Registatori Di Cassa

Software Gestionale Retail

Software Gestionale Retail

Software gestionale per negozi e catene Il software gestionale per la vendita al dettaglio ideale per singoli negozi o catene, anche in franchising. Innovativo e completo, su misura per la tua attività…
Software Gestionale Menu

Software Gestionale Menu

Software gestionale ristoranti e locali Il programma per i professionisti del food & beverage utilizzabile anche con dispositivi Apple e Android. Tutto quello che cercavi per gestire il tuo locale Menu, il…

Torna all’indice

COME POSSIAMO

Aiutarti?

Vuoi saperne di più? Hai bisogno di una demo? Sei in difficoltà e hai bisogno di aiuto?
Non sai quale registratore acquistare? Vuoi attivare un piano assistenza?

Chiedi come il nostro team può aiutarti a raggiungere risultati concreti.

Cosa Fare Quando Il Server Dell'Agenzia Delle Entrate Non Funziona

Cosa Fare Quando Il Server Dell'Agenzia Delle Entrate Non Funziona

Cosa Fare Quanto Il Server Della Agenzia Delle Entrate E’ Giù Prima di tutto state tranquilli: Ci sono 12 giorni…